Giangiacomo Feltrinelli. La dinastia, il rivoluzionario

In offerta!

5,45

Questo non è solo un libro di storia. È il romanzo di una vita. Quella di Giangiacomo Feltrinelli,ricchissimo, alla fine della guerra entrò nel Pci e da allora visse quella che, a partire dalla metà degli anni Sessanta, diventò una specie di condizione schizofrenica: l’appartenenza per diritto di nascita a una classe, l’alta borghesia, e per sentimento e ragione a un’altra, il proletariato. Con il passare degli anni la passione per la cultura e la casa editrice da lui fondata nel 1954 non gli bastarono più. E imboccò la strada che lo avrebbe portato alla tragica morte il 14 marzo 1972, aspirante condottiero di un esercito che esisteva soltanto nei suoi sogni.

Aldo Grandi è nato a Livorno nel 1961. Laureatosi in Scienze Politiche a Roma nel 1987, nel 1988 vinse una borsa di studio della “Poligrafici Editoriale Spa” per avviamento alla professione giornalistica. In precedenza aveva collaborato alle pagine culturali di Paese Sera e a l’Avanti oltre che al periodico della Uil diretto da Aldo Forbice Lavoro e Società. Dall’aprile 1990 è giornalista professionista alla redazione lucchese del quotidiano La Nazione. Dall’anno successivo è collaboratore del Corriere della Sera.

2 disponibili

COD: 9788866206910 Categorie: ,

Questo non è solo un libro di storia. È il romanzo di una vita. Quella di Giangiacomo Feltrinelli, uomo discusso, criticato e mai, in ogni caso, giudicato obiettivamente, sia nel bene sia nel male; e quella di suo padre, Carlo Feltrinelli, una delle figure più rappresentative e meno conosciute del nostro Paese nei primi trent'anni del Novecento. Giangiacomo nacque nel 1926. Ebbe una madre difficile, Gianna Elisa Gianzana, e un patrigno, Luigi Barzini jr, con cui non legò mai. Ricchissimo, alla fine della guerra entrò nel Pci e da allora visse quella che, a partire dalla metà degli anni Sessanta, diventò una specie di condizione schizofrenica: l'appartenenza per diritto di nascita a una classe, l'alta borghesia, e per sentimento e ragione a un'altra, il proletariato. Con il passare degli anni la passione per la cultura e la casa editrice da lui fondata nel 1954 non gli bastarono più. E imboccò la strada che lo avrebbe portato alla tragica morte il 14 marzo 1972, aspirante condottiero di un esercito che esisteva soltanto nei suoi sogni.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.480 kg
Dimensioni 21 × 14.5 × 2.7 cm
Anno

2012

Copertina

Copertina flessibile

Editore

Formato

Tascabile

Pagine

Libri da 501 pagine in su

Rilegatura

Rilegatura a brossura fresata

Condizione