Il cecchino paziente Arturo Pérez-Reverte

In offerta!

6,50

“Una donna che ha perso l’amore e che si rifugia nel lavoro per sfuggire al dolore. Un artista che fa della strada la sua tela e la cui opera si misura nel rischio che corre per realizzarla: un romanzo tessuto di intrighi, passione, nervosismo, attrazione e pericolo.” LA STAMPA                                       Un thriller è un immersione di speleologia sociale nel mondo writer. Sottosuolo esoterico, settario, impenetrabile; anarcoide, ma – almeno nelle sue forme più pure – governato da leggi, codic, lealtà quasi militari, se non monastiche”LA REPUBBLICA                                                                          “Questo è un Reverte estremamente attuale da non perdere”IL MESSAGGERO                                     IL CECCHINO PAZIENTE DI ARTUR PEREZ REVERTE L’AUTORE SPAGNOLO PIU’ VENDUTO NEL MONDO

Scrittore e giornalista spagnolo. Dopo aver conseguito una laurea in Scienze politiche e Giornalismo, Arturo Pérez-Reverte ha lavorato per circa vent’anni, dal 1973 al 1994, come reporter di guerra per i giornali, la radio e la televisione; spostandosi nei vari punti caldo del mondo ha seguito vari conflitti tra cui la guerra di Cipro, la guerra delle Falkland, la crisi del golfo, sino alla guerra in Croazia e a Sarajevo.
Nel 1986 ha scritto il suo primo romanzo, El húsar, ambientato durante le guerre napoleoniche. Raggiunge il suo primo successo internazionale con la pubblicazione di Il maestro di scherma.
Un successo che è stato confermato nel 1990 con il suo terzo romanzo, La tavola fiamminga, segnalato dal “New York Times Book Review” come miglior romanzo straniero dell’anno. Ha ormai abbandonato il giornalismo per dedicarsi alla letteratura. Dal suo romanzo Il club Dumas, pubblicato nel 1997, è stato tratto il film La nona porta di Roman Polanski, interpretato da Johnny Depp.
Il 12 giugno 2003 è diventato membro della Real Academia Española de la Lengua, la più alta istituzione spagnola nella lingua e la letteratura, presso la quale ha letto un discorso intitolato ‘El habla de un bravo del siglo XVII’.
Dalla serie di romanzi con protagonista il Capitano Alatriste è stato tratto il film Il destino di un guerriero(Spagna, 2006) con la regia di Agustín Díaz Yanes.
Tra gli altri scritti di cui è autore, si segnalano Il tango della vecchia guardia (Rizzoli, 2013), Il cecchino paziente(Rizzoli, 2014) e L’ultima carta è la morte (Rizzoli, 2018).

1 disponibili

COD: 9788817083393 Categoria:

Ad Alejandra Varela, detta Lex, specialista in arte urbana, piacciono le donne, e non ne fa mistero. Ma ora che ha perso la sua compagna, Lita, non le resta che il lavoro. Un incarico editoriale la mette sulle tracce di Sniper, uno dei writer piu' famosi al mondo, un ribelle apparentemente indomabile, protagonista di "interventi" ben oltre i limiti della legalita', con conseguenze in qualche caso fatali per i giovani che chiama all'azione. Quasi nessuno ne ha mai visto il volto, nessuno conosce la sua vera identita'. Un artista? Lui dice di non esserlo, ripete che i suoi "pezzi" sono "guerriglia urbana". Eppure, se qualcuno lo convincesse a esporre le sue opere e a farne un libro, sarebbero in molti ad arricchirsi. Almeno all'inizio, e' per questo che Lex lo insegue da Madrid a Lisbona, da Verona a Napoli, immergendosi sempre piu' nel mondo dei "graffitari", nei loro codici e nei loro valori. Anche qualcun altro, pero', sta cercando Sniper, con tutt'altre intenzioni. E pedina Lex per arrivare fino a lui. Quello che allora si scatena e' un duello di intelligenze, un gioco di specchi tra cacciatori e prede, tra schermitori che cercano il fianco debole dell'avversario. E poi colpiscono. Sempre. Perche' "il Fato e' un cacciatore paziente" che non perdona. Mai.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.315 kg
Dimensioni 21.5 × 14 × 2 cm
Anno

2015

Editore

Copertina

Copertina flessibile

Formato

Medio

Pagine

Libri da 201 a 500 pagine

Rilegatura

Rilegatura a brossura fresata

Condizione